Gelati e tonsille

In questi giorni ho fatto una scoperta sensazionale che mi riguarda: ho scoperto di essere addirittura sensibile, assurdo, chi lo avrebbe mai detto!! Ho scoperto che nonostante il mio refrigeratore di sentimentalismi funzioni alla grande, ci vuol poco a farmi sciogliere come fa un fiordifragola al sole quando perde la sua forma rigida colandola al suolo in gocce di gusto … Continua a leggere

Una giornata particolare….

Da quando ho iniziato a pubblicare cazzate su fb, non mi riesce proprio più di scrivere seriamente quello che mi passa per la testa. O meglio, se lo faccio, mi sono accorta di non essere più credibile. Ieri ad esempio, ho scritto che dovevo smetterla di essere impulsiva, riflessione che è scaturita da una serie di sbagli che ho commesso … Continua a leggere

Mai dire…stronzate

Abito di fronte ad una scuola materna. Il che è una fortuna perché vedere i bambini che vanno a scuola è sempre uno spettacolo straordinario. Ancor più straordinario è sentire le loro vocine che provano ad esprimere pensieri da adulti in un linguaggio tenero e spregiudicatamente realistico nello stesso tempo. Idem non dicasi per lo spettacolo delle mamme che li … Continua a leggere

INVITO UFFICIALE

ANNUNTIO VOBIS, GAUDIUM MAGNUM…HABEO NOVUM BLOGUM…YEAHHH!!   Siete pertanto tutti, ma proprio tutti invitati alla mia inaugurazione che si terrà a partire da questo istante e si protrarrà fino a quando avrete voglia di starci. Allora vi aspetto: l’indirizzo è il seguente: http://ilblogdidaniela.myblog.it  Colgo inoltre l’occasione per farvi i miei migliori auguri per le feste e non solo. Che tutti … Continua a leggere

Le persone “sole”

Ricordo che quando ero piccola, avevo uno strano modo di concepire la realtà. Più che altro la reinventavo a modo mio, poi “etichettavo” il tutto in base alla mia personale interpretazione delle cose. Giocavo così a suddividere le persone in categorie di fantasia che nulla avevano a che fare con il bipolarismo a cui la maestra delle scuole elementari ci … Continua a leggere

Katia…e chi se no?!?

Fa decisamente molto freddo qui, i mie mondi sommersi,  si sono addirittura congelati. Accendo la luce e mi ritrovo in uno scantinato impolverato, filtra appena una luce tenue che mi permette di riconoscere la carta e il calamio, dopo provvederò a dare una sistemata, per il momento ho urgenza di aprire il mio cuore a Katia.   Ore 8.00 del … Continua a leggere

Mondi sommersi

Quello che lascio emergere di me non è tutto, anzi, quasi nulla. E’ quanto basta per far capire al mondo che ci sono, che in qualche modo esisto. Ma poi, mi rifugio nel mio mondo sommerso appena posso. Li mi svesto, senza aver paura della mia nudità, mi strucco, mi stendo, chiudo gli occhi e mi respiro, ed è una … Continua a leggere

Senza parole

A volte provo ad immaginare di vivere in un mondo dove le parole non siano state ancora inventate. Perché in fondo le parole sono state un po’ una scoperta, o, se vogliamo, appunto, un’invenzione, come quella della moneta. Una sorta di codice comune, una convenzione per rendere più agevole la comprensione di quello che si vuole dire o raccontare. E … Continua a leggere